Elenco blog personale

giovedì 21 maggio 2015

Il Santo Rosario

Uno degli atti di ossequio più cari a Maria è la recita del Santo Rosario. An­ticamente le famiglie cristiane non trala­sciavano questa pratica quotidiana. Oggi, purtroppo, con tanta evoluzione ... si fa a meno del Rosario, preferendo la audi­zione della radio, la televisione, il pas­seggio, il ballo! ... Povera umanità! Non si accorge che corre verso il precipizio!...

Conviene ritornare alla fede viva dei nostri antenati! Non si tralasci mai il Ro­sario in comune! Esso è il parafulmine della famiglia. La Madonna stessa lo rac­comanda vivamente. Apparve la Celeste Signora a Santa Bernadetta a Lourdes e la invitò a recitare il Rosario; si manife­stò' ai tre fanciulli a Fatima e disse loro di recitare molti Rosari.

La corona del Santo Rosario sarà per tante anime l'ancora di salvezza. [...] San Domenico di Guzman fu il grande promotore del Rosario. La Madonna gli appariva e gli dava suggerimenti partico­lari in proposito.

Un giorno la Vergine gli si fece vedere in tutta la sua bellezza, circondata da immense schiere di devoti. Il Santo osservava estasiato; rimase però meravigliato non scorgendo i devoti del Rosario. Disse al­lora alla Madonna: Io vedo attorno a Voi tante anime che vi hanno onorato; non vedo però i devoti del Rosario! Per­ché? -

La Madonna, sorridendo, aperse il man­to ed esclamò: Ecco dove sono coloro che mi hanno onorato con la recita del Rosario!... Sono i più vicini al mio cuore! -

[Brano tratto da "Vera devozione a Maria", di Don Giuseppe Tomaselli, Imprimatur Can. Carciotto Vic. Gen., Catania 13 maggio 1952].